Maiolo

In mostra epistolario duchi di Urbino

Un affascinante percorso tra 157 lettere che i conti e i duchi di Urbino inviarono dal 1424 al 1624 ai vescovi di Cagli, con firma e sigillo di Guidantonio, di Federico da Montefeltro, di sua moglie Battista Sforza, del figlio Guidubaldo, fino all'ultimo duca Guidubaldo della Rovere. L'epistolario è al centro di un doppio evento proposto dalla diocesi di Fano, Fossombrone, Cagli e Pergola e dal Comune di Cagli sabato 14 aprile a Palazzo Berardi Mochi Zamperoli: la presentazione di un libro e una mostra. Il volume è "Conti e duchi di Urbino. Un epistolario inedito (secc. XV-XVII)" di Anna Falcioni, docente di Storia Medievale dell'Università di Urbino. Le lettere documentano il passaggio dalla Signoria al Principato: in mostra una ricca selezione delle missive, in originale e in copia fedele, conservate nell'archivio storico del Capitolo della Cattedrale di Cagli, riordinato e inventariato dall'archivista diocesano Massimo Bonifazi. La mostra sarà aperta fino al 29 aprile.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie